Italo Vignoli

Home/Tag:Italo Vignoli
4 02, 2014

LibreOffice ricalcola la 4.2

2017-02-02T11:28:37+00:00 Tags: , , , , , , , , , , , , , |

Grosso lavoro svolto sull'applicazione Calc. E continua il redesign dell'interfaccia. Migliorato anche il supporto ai documento Microsoft redatti secondo lo standard OOXML

1 02, 2014

L’Open Source a SMAU Bari 2014

2017-02-02T11:29:47+00:00 Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , |

Nuovo appuntamento con Studio Storti e le soluzioni Open Source per la Pubblica Amministrazione

31 01, 2014

LibreOffice 4.2: focus su prestazioni e interoperabilità, e una migliore integrazione con Microsoft Windows

2017-02-02T11:30:21+00:00 Tags: , , , , , , , , |

The Document Foundation annuncia LibreOffice 4.2, una nuova major release indirizzata agli early adopter che rappresenta un ulteriore e significativo passo in avanti per la miglior suite libera per ufficio di sempre, e offre nuove funzioni nell'area delle prestazioni e dell'interoperabilità indirizzate a tutti gli utenti, ma particolarmente interessanti per gli utenti avanzati e quelli aziendali. Inoltre, è meglio integrata con Microsoft Windows.

27 01, 2014

Software libero nella Pa, niente più scuse

2017-02-02T11:44:08+00:00 Tags: , , , , , , , , , , , , , |

E' forse il punto di fine per tante polemiche. E tante arrampicate sui vetri di chi voleva disattendere le norme. Le linee guida dell'Agenzia per l'Italia digitale. Adesso la scelta di software proprietario può essere annullata al Tar, con responsabilità amministrativa del dirigente

3 12, 2013

TechnologyBIZ 2013 – Le strategie per la diffusione di soluzioni Open Source nella PA

2017-02-02T13:44:55+00:00 Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , |

Il team di Studio Storti, professionista specializzato nel software Open Source, incontra i rappresentanti degli Enti Pubblici.

25 11, 2013

Il software libero si fa strada tra le Pa locali

2017-02-02T13:47:29+00:00 Tags: , , , , , , , , , , , , , , |

La Regione Umbria, la Provincia di Macerata, la Provincia di Bolzano e quella di Cremona: si moltiplicano anche in Italia i casi di amministrazioni che adottano alternative a quelle proprietarie. Con successo e senza traumi.